fbpx
(Insegnamento di un Curandero Peruviano, e di mio Nonno)
Durante il pellegrinaggio ancestrale che abbiamo vissuto nella montagna di Apu PumaHuanca, ad un’ora e mezza di bus da Pisac dove viviamo sulla Valle Sacra Peruviana, e quasi 3 ore di cammino in salita fino a 3900 m.s.l.m., il curandero Inti Wari connesso alla Madre Terra e alle sue piante medicinali, ha condiviso con noi preziosi insegnamenti,

tra cui la differenza tra l’Essere Autentici ed Essere Gentili.

La donna Medicina, Sofia Cocha Tica durante la sua cerimonia del Fuego.

La società occidentale da cui veniamo, pone molta attenzione alla gentilezza come alta forma di spiritualità e nobiltà d’animo e questa è una cosa buona, ma ogni volta che torno tra i nativi Sud Americani, mi rendo conto di quanto la gentilezza (quando sentiamo che in fondo è una maschera) è un balsamo che a volte la nostra Anima non sta cercando, soprattutto in alcuni momenti della Vita.
I Veri Nativi delle Ande, vedono l’Essere Umano nella sua Totalità, per loro non esiste nazione, non esiste razza, non esiste governo, non esiste religione che possa descrivere una persona che hanno davanti a loro, per loro l’Essere Umano è così in quanto tale.
In ogni passo che faccio nel sentiero della conoscenza, soprattutto nel cammino sciamanico, mi accorgo che i veri insegnamenti che ricevo a volte non sono affatto gentili, ho visto veramente il mio Essere, quando un maestro, una maestra, un amico o amica, mi ha detto delle cose in faccia fregandosene di quello che avrei potuto pensare.

La via sciamanica non è gentile.

È impegnativo salire una montagna quasi a 4000 metri, è impegnativo vivere “certe esperienze” di cui non parlerò qui – perchè appunto è necessario viverle – è impegnativo conversare con un maestro curandero nativo del Sud America, è impegnativo guardare in faccia chi realmente si è, e non è neanche per tutti…
… ma credo che molti di noi hanno bisogno di questo impegno con se stess@, soprattutto in questo momento della nostra Esistenza in questa Terra, in cui i Governi Mondiali fanno di tutto per avere la nostra attenzione e soprattutto per avere la nostra Paura.
Mio nonno quando ero bambino, utilizzava un termine quando si prendeva cura degli animali nella fattoria dove vivevamo, lui la mattina diceva, < Vado a Governare gli Animali >. questo semplice modo di dire in dialetto marchigiano, può insegnarci molto sul vero scopo dei nostri governi mondiali.
Mio nonno con i suoi gesti e le sue parole, mi ha insegnato molto sull’Autenticità, e continua a farlo anche da ultra 90 enne. Da quando è nato ha lavorato la terra e quando ci siamo incontrati a settembre – prima di tornare in Peru’ – mi ha detto: < Lorenzo dopo questa vita, la vita continua, quando preghi non pregare solo per te, è sprecato, ma fallo per tutti, per tutta l’Umanità >. Mio nonno come Inti Wari sono persone ingovernabili, che hanno una loro saggezza innata,

ed è a questa saggezza a cui anelo e aneliamo con il nostro cammino che chiamiamo CHAKRUNA Way of Living.

Cerimonia con la Abuelita, con il Maestro Don Armando, dall’Amazzonia Peruviana, regione di Contamana

È facile governare delle persone che hanno Paura, mentre non è facile governare chi Conosce Se Stesso ogni giorno di più, e per questo è Libero.
Ma grazie a quello sforzo che facciamo in maniera consapevole, verso l’autoconoscenza, riusciamo ad evolverci in maniera cosciente nella vita e creiamo giorno dopo giorno con consapevolezza, una vita veramente AUTENTICA.
Dicono che ci evolviamo o con la sofferenza o con l’evoluzione consapevole: ecco per me vivere sulle Ande Peruviane, contemplare le montagne (che per i Nativi sono da sempre degli Spiriti Benevoli e Tutelari, gli Apu) prendere il vento freddo in faccia, le punture di insetti, camminare per ore di fianco al suono di un fiume e ai colibrì che mi passano di fianco, aprirmi alle altezze vertiginose di queste montagne, parlare di Verità Universali con un curandero peruviano, mettermi al servizio di un gruppo di Esploratori dell’Essere per aiutarli a vivere la mia stessa esperienza, per me questo significa evolvere con consapevolezza ed essere autentico con ciò che sono.

In un viaggio mistico si assaggia in maniera consapevole sia il dolce che l’amaro della vita,

ma è proprio grazie a queste esperienze veramente autentiche che impariamo ad essere Vivi e a Vivere, invece di continuare con una esistenza stereotipata che ci fa diventare degli esseri geneticamente modificati, è in questo caso che la gentilezza diventa una MASCHERA ed una IPOCRISIA che non fa bene all’Anima, come quando evitiamo di conoscere noi stessi veramente, e ce la raccontiamo, sul fatto che essere gentili con gli altri ci faccia diventare persone più spirituali.

Il Curandero Inti Wari e Maestro di Musica Medicina, che ci guida in cerimonia dell’Abuelo, sulla Montagna di Puma Huanca

La gentilezza utilizzata per evitare di dire e di vedere in faccia la Verità, è un oppio, un veleno che la società attuale mette in atto per comandare e governare persone che non vogliono conoscere davvero la Verità.
La Verità a volte arriva anche da uno schiaffo in faccia, dato da una mano amica, da una pianta, da una montagna, dalle parole di un curandero o da quelle di un nonno, dall’altitudine e dall’Estasi che certe esperienze permettono di vivere.
Esiste tutto un Altro Mondo rispetto a quello che ti stanno presentando quelli che vengono definiti “i potenti della terra” grazie alla TV, i Mass Media, i Governi, le Religioni, la Politica.
Questo Altro Mondo esiste ed è più vicino di quello che pensi, basta fare il primo passo, fare silenzio dagli input che vengono da queste fonti che cercano di controllarti, ed aprirti a quello che forse non hai mai immaginato di vivere, ma che una parte profonda di te sta anelando.

La discesa del gruppo di Esploratori dell’Essere dal Tempio della Luna a Cusco.

EnglishItalianPortugueseSpanish