fbpx

Continuiamo con la quarta e ultima parte dell’Incontro a cui Lorenzo ha partecipato, direttamente con la famiglia del Maestro Kestenyoi della comunità Shipibo, arrivata a Pisaq nella Valle Sacra Peruviana. Un Racconto che è iniziato con il Mito della nascita della loro comunità, fino all’utilizzo dell’Ayahuasca e delle altre piante amazzoniche come il tabacco puro, chiamato Mapacho.

Maestro Kestenyoi:

Durante il periodo dell’invasione spagnola, la famiglia del mio nonno non viveva nella comunità, lui preferiva vivere lontano a circa 5 ore dal villaggio, però qualsiasi messaggio che riceveva dalla Natura, lui lo riportava alla comunità, dicendo quello che c’era da fare e i messaggi che stavano per arrivare per tutti.  

Se mio nonno (che era un curandero) fosse vissuto nella comunità, i colonizzatori lo avrebbero ucciso,

così siamo sopravvissuti, grazie a mio nonno. In questo modo le nostre tradizioni sono state mantenute nel tempo. Oralmente nostro nonno raccontava queste storie ai bambini per mantenerle vive, è così che noi bambini le abbiamo fatto crescere e mantenute dentro di noi le nostre tradizioni ancestrali, che risalgono a prima dei colonizzatori.

La storia che vi abbiamo raccontato sulla creazione del popolo shipibo (nel precedente articolo), è raffigurata da simboli di ceramica antica nella nostra comunità che evidenziano la veridicità di quello che vi abbiamo raccontato, però non si possono toccare queste raffigurazioni perché sono molto sacre. In varie occasioni abbiamo cercato di prendere e porre nelle nostre case queste raffigurazioni, ma la natura si rivolta, con pioggia, fulmini e ci fa cambiare idea da questo intento: è qualcosa di molto mistico.

Domanda: 

Sappiamo che i disegni Shipibo che vengono raffigurati nei vostri vestiti e nelle vostre tele sono dei canti di guarigione che ricevete durante la cerimonia con la medicina. È vero?

Le piante di Ayahuasca e della Chakruna raffigurate in un tessuto Shipibo

Maestro Kestenyoi:

Sì, ci sono vari processi per interpretare i disegni che raffiguriamo nei nostri tessuti: per primo il mondo Shipibo ha varie piante medicinali, ad esempio c’è una pianta che si chiama “Qwest” che significa disegno. Questa pianta la mia sposa l’ha ricevuta quando aveva 3 mesi nei suoi occhi, come collirio. Utilizzando l’Ayahuasca, queste piante vengono “canalizzate” attraverso il canto che noi chiamiamo “Ikaros” che ha il potere di curare attraverso i disegni che appaiono nelle visioni dello sciamano e che noi riportiamo nei tessuti.  Altro disegno molto importante è l’Anaconda. Ogni disegno Shipibo ha un significato che spiega anche come questa persona ha “dietato” la pianta.

L’Ayahuasca ci aiuta a capire e dedurre che tipo di piante noi incontriamo nella selva, e qual è il potere che hanno e questo lo raffiguriamo tutto questo nei vari disegni dei nostri tessuti.

Anaconda e vaso Shipibo raffigurato in un tessuto

Di solito, il disegno arriva sempre la mattina dopo che utilizziamo la pianta dell’Ayahuasca, dopo la cerimonia. Ogni tessuto che ricamiamo ha il suo significato energetico di cura.  Ogni disegno, ha il suo modo di proteggere la persona che lo indossa, a seconda del fiume, della pianta o dell’animale raffigurato. Io ad esempio indosso questa camicia che ha fatto la mia sposa, conforme a quello che ho visto io durante le cerimonie. Le 2 anaconde mi proteggono nel mio cammino  quando tengo ad esempio conferenze come questa, mentre per le cerimonie indosso altri abiti che hanno altri significati che riguardano il processo di cura della pianta con le persone.

DOMANDA:

L’ayahuasca, esiste in tutto il Sud America in differenti paesi. Perché i disegni Shipibo sono così unici? 

Maestro Kestenyoi:

L’ayahuasca è uno strumento, tutti parlano di questa pianta, ma è il maestro che dieta differenti tipologie di piante e che ha molta esperienza che fa tutta la differenza.  

Non tutti quelli che bevono Ayahuasca sono maestri, sennò tutti potrebbero essere Ayahuascheri, però i veri maestri che hanno moltissima esperienza e che dietano anche altre piante, sono loro che ricevono per davvero queste tipologie di disegni. Questa classe di maestri, hanno una preparazione molto stretta: solo l’iniziazione dura sei mesi continuativi. Grazie a questo tempo si può entrare nella pianta e avere queste visioni con il processo del canto dell’Icaro, ma questo non significa essere Maestro. A me ad esempio mi chiamano Maestro, ma mi considero sempre un apprendista, perché ogni mese e ogni settimana investigo e faccio domande alla pianta. Il maestro è come un dottore, che a seconda di ogni persona che arriva riesce a capire come aiutarla in maniera unica.

Cantando durante la cerimonia il maestro riceve informazioni su come curare il paziente, e chiede alla pianta dell’Ayahuasca come è possibile curare con trattamenti molto più profondi. Però il maestro non dice direttamente come curare, ma prima di farlo lui stesso fa una dieta con la stessa pianta e solo dopo averla fatta, può realmente curare il paziente. 

DOMANDA:

Il mapacho (tabacco amazzonico) che fumi durante questa conferenza, che significato ha? 

Maestro Kestenyoi:

Fumare il tabacco amazzonico puro, senza additivi chimici e senza aspirarlo per noi è necessario per connetterci con la natura, perchè quello che racconto cosi non viene da me, ma direttamente dalle piante che io ho dietato in passato.

Io sono sempre un intermediario, sono le piante che parlano e che curano. 

Il mapacho è naturale, viene raccolto direttamente dalla pianta in foglie grandi e viene fatto seccare sotto al sole. Quando è pronto si arrotola e si taglia come cipolle, e così si può fumare anche con la pipa. Il mapacho si può anche bere in bevande, per poter purificare il corpo. 

Questa pianta che noi utilizziamo non ha nessun processo chimico, come le sigarette che si comprano nei vostri negozi.

Per connettersi con lo Spirito del Mapacho, è necessario che sia davvero puro e fatto a mano e non acquistato nei negozi. Questo non significa che non si può comprare nei mercati come a Cusco, ma bisogna capire come scegliere il mapacho vero e che non sia mischiato con altre piante. È meglio che si compri il mapacho intero che è arrotolato in foglie grandi, quello è davvero puro. 

Le foglie di tabacco Mapacho, cosi come vengono arrotolate, sono la forma più pura che possiamo trovare nei mercati della Valle Sacra.

Una volta che si fuma, ci si può connettere chiedendo alla pianta di aiutarci nel nostro cammino di cura e la pianta ci ascolta. Ci sono differente forme di utilizzare il mapacho, anche come thé, e quindi a volte non è necessario fumarlo per connettersi. 

Vi faccio un esempio: la mia sposa non beve ayahuasca…ma quando io sono in cerimonia e bevo ayahuasca, lei è come se fosse in cerimonia, è connessa anche lei alla pianta senza berla.

Lo spirito delle piante si può connettere a noi anche in altre maniere a noi e possiamo così ricevere gli stessi benefici. 

Stiamo aprendo una scuola di lingua Shipibo e disegno a Pisaq, insegnando le differenti tipologie di disegni e pitture amazzoniche. vi aspettiamo nella Valle Sacra e in Amazzonia anche per iniziare le persone a bere la pianta nel giusto modo.